Torna a Cagliari la Notte Europea dei Ricercatori

DSC_3758 (800x536)

 

Anche quest’anno il Dipartimento di Fisica e la sezione di Cagliari dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) partecipano alla “Settimana della Scienza e alla Notte Europea dei Ricercatori” un grande evento di comunicazione scientifica che, nell’ultima settimana di settembre, coinvolge università e centri di ricerca in tutta Europa.

Il progetto, capitanato da  Frascati Scienza, che per l’11° anno consecutivo, ha vinto il bando europeo, prevede il coinvolgimento di una rete di ricercatori, università e istituti di ricerca che si estendono dal nord al sud dell’Italia nel promuovere il più importante appuntamento europeo di comunicazione scientifica, quello in cui i ricercatori, in oltre 300 città in Europa, a fine settembre, si uniscono per mostrare l’ebbrezza della scoperta, la passione e l’importanza del lavoro più bello del mondo: il ricercatore.

Come il Made in Italy è il simbolo del nostro Paese, quest’anno MADE IN SCIENCE sarà il marchio che distingue la qualità, l’eccellenza e l’importanza della ricerca italiana e il filo conduttore degli appuntamenti in programma; sarà l’immagine con la quale le migliaia di ricercatori partecipanti comunicheranno alla società i valori della scienza in occasione della Settimana della Scienza e Notte Europea dei Ricercatori 2016 e 2017.

“L’obiettivo della Notte è di avvicinare i ricercatori alla popolazione, al fine di porre l’accento sul valore aggiunto del loro lavoro per la vita quotidiana, la competitività, la creazione d’occupazione, il benessere, il progresso sociale, nonché stimolare la “vocazione” scientifica nei giovani mostrando ricercatori che oltre ad un lavoro affascinante riescono ad avere hobbies e una vita privata. – spiega Colette Renier, Coordinatrice della Notte Europea dei Ricercatori presso la Commissione europea – Inoltre, la manifestazione ha anche, senza dubbio, un impatto positivo sui ricercatori stessi che possono comprendere meglio l’importanza di comunicare sulla loro ricerca e sviluppano le loro capacità di comunicazione. Dunque un’iniziativa che negli anni sta diventando sempre di più un punto di riferimento per il mondo della scienza e per la quale l’Unione europea ha stanziato 8 milioni di euro per gli eventi 2016-2017″.

 Dal 24 al 30 settembre 2016 la Sardegna vedrà una ricca partecipazione: oltre all’Università di Cagliari e all’INFN ci saranno l’Istituto Nazionale di Astrofisica, Sardegna Ricerche, Sotacarbo e l’Università di Sassari. Insieme a tanti altri partner italiani sparsi sul territorio nazionale, i ricercatori di questi enti saranno impegnati in prima linea nella diffusione della cultura scientifica, per avvicinare in modo particolare i giovani al mondo della scienza e della ricerca.

Il progetto è finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito della call MSCA-NIGHT-2016/2017 (Grant Agreement No. 722952).

Vai alla pagina ufficiale dell’evento di Frascati Scienza

[04 luglio 2016]