La strada la trovi da te….porta all’Isola che C’È !

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA MAGISTRALE DI FISICA

Giovedì 19 dicembre è stata presentata la nuova Laurea Magistrale in Fisica con una serata intensa e piena di sorprese, che ha visto l’Aula A del Dipartimento di Fisica gremita di studenti della triennale e dei docenti e ricercatori coinvolti nel Corso di Laurea.

L’Isola che c’è: magistrale in Fisica a Cagliari” è il titolo che è stato scelto per l’evento che si è aperto con i saluti di benvenuto del Direttore, Giovanni Bongiovanni, e del Coordinatore del Piano Lauree Scientifiche, Carlo Maria Carbonaro.

Ed è  proprio all’omonima canzone di Edoardo Bennato che si è ispirato il Coordinatore del Corso di Studi, Mariano Cadoni, all’apertura del suo intervento <<Seconda stella a destra questo è il cammino e poi dritto, fino al mattino poi la strada la trovi da te porta all’isola che…. c’è>>.

L’invito che il Professor Cadoni ha voluto rivolgere a tutti gli studenti è l’invito ad una scelta ponderata del percorso magistrale, che tenga conto anche delle opportunità offerte dai sei nuovi curricula di Cagliari.

Astrofisica, Fisica Medica e Applicata, Fisica Sperimentale delle Interazioni Fondamentali, Fotonica e Nanomateriali, Teoria Simulazione e Progettazione Materiali e Fisica Teorica delle Interazioni Fondamentali sono i sei percorsi che rendono  l’offerta di Unica altamente professionalizzante e competitiva nel panorama nazionale.

Per offrire agli studenti un feedback e un confronto sull’esperienza della magistrale a Cagliari, hanno preso parte all’evento sei giovani ospiti che hanno conseguito la laurea  magistrale in fisica in Sardegna e che ora lavorano in diverse parti del mondo: Daniel Deidda (Ricercatore, University College London), Francesca Dordei (Ricercatrice INFN, Cagliari), Giorgia Fugallo (Ricercatrice CRNS, Nantes), Carla Ivana Oppo (Ufficio Europeo dei brevetti, Olanda), Paolo Pani (Professore Associato all’Università la Sapienza di Roma) e Valentina Vacca (Ricercatrice INAF-OAC).

Ognuno degli ospiti ha raccontato in modo sincero e appassionato il proprio percorso professionale, sottolineando i traguardi raggiunti dentro e fuori dalla Sardegna, ma anche le difficoltà incontrate e l’importanza della seria preparazione ricevuta nel corso di studi del Dipartimento di Fisica di Cagliari.

Agli interventi dei singoli relatori è seguita una tavola rotonda animata con l’utilizzo della piattaforma mentimiter, gli studenti hanno scelto tramite app quali domande porre agli ospiti che hanno condiviso con le ragazze e i ragazzi presenti le aspettative, le incognite e le speranze che hanno accompagnano la scelta del loro percorso di studi e di quello professionale.

Infine, si è scelto di dare la “parola” agli studenti in un modo originale, chiedendo loro di scrivere sulla app una parola o una frase che rispondesse alla domanda “Cagliari sì…perché?” e sono stati consegnati a tutti i presenti dei piccoli biglietti natalizi, con la richiesta che ciascuna studentessa e studente scrivesse all’interno un desiderio, un’aspettativa legata al percorso di studi o anche, semplicemente, un augurio natalizio. I biglietti sono stati poi appesi dagli stessi studenti nell’albero di Natale presente nella hall del Dipartimento di Fisica.

L’evento si è concluso con l’esibizione a sorpresa di Matteo Tuveri, laurea e dottorato in fisica a Cagliari, attualmente assegnista di ricerca presso l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, ma anche musicista e divulgatore scientifico. Accompagnato dalla sua chitarra modificata, Matteo ha musicato la storia dell’universo, dal big bang a oggi, un viaggio di 5 minuti tra nucleosintesi primordiale e archi di violoncello, martelletti percussivi e radiazione cosmica di fondo. Consegnando agli studenti il messaggio finale che il valore del percorso di studi che stanno seguendo, sarà comunque un bagaglio prezioso che li accompagnerà sempre, qualsiasi strada scelgano di intraprendere nel loro futuro.

[Alessia Zurru, 23 dicembre 2019]

Evento Magistrale Fisica: L’Isola che c’è

 

 

 

Share